In occasione della vigilia di Natale, giorno in cui per tradizione religiosa non si mangia carne, si potrebbero preparane delle gustose seppioline, anche congelate, al profumo dello zafferano di Pozzolengo.
In questa zona del basso lago di Garda infatti, per la natura del territorio delle colline moreniche e soprattutto per il microclima mediterraneo presente, viene coltivato questa preziosa spezia che è lo zafferano.

 icon-cutlery Ingredienti:

  • 1 kg di seppioline (anche congelate),
  • 2 cipolle bionde,
  • 1 dl di olio extra-vergine di oliva,
  • 1 dado da brodo vegetale,
  • 1 bicchiere di vino bianco secco,
  • 0.2 grammi di zafferano (40-60 stimmi),
  • 150 gr. di piselli,
  • sale e pepe q.b.

icon-cutlery Procedimento:
Mettere gli stimmi di zafferano in un bicchiere e versare un poco di acqua calda ma non bollente. Prendere le seppioline, lavarle bene e pulirle, lasciandole poi sgocciolare e asciugandole con carta assorbente da cucina. Togliere la buccia dalle cipolle, affettarle affettate finemente e lasciarle stufare in padella con un paio di cucchiai di olio e dell’acqua.
In un altro tegame mettere a dorare le seppie con l’olio rimanente a fiamma vivace, aggiungere con il vino, il dado e lasciar evaporare a fiamma bassa e con il coperchio appoggiato sopra la padella senza coprirla completamente. Dopo pochi minuti aggiungere anche le cipolle, lo zafferano, sale e pepe e lasciar cuocere ancora un pò per 15 minuti circa sempre con il coperchio. Passti 15 minuti, unire anche  i piselli, un paio di cucchiai di acqua calda e coprire nuovamente la padella cuocendo per 10 minuti, sempre a fiamma bassa. Servire caldo.