Il Lago di Garda è stato da sempre ammirato e visitato fin dall’antichità.
Già Catullo e la sua famiglia scelsero Sirmione come una delle loro residenze, il poeta romano Publio Virgilio Marone lo descrisse come “fluctibus et fremitu assurgens Benace Marino”,  Adelaide, regina d’Italia e moglie di Lotario II fu invece prigioniera nella rocca di Garda nel 951.
Dante Alighieri ne parlò addirittura nel XX canto dell’infermo e più tardi il Foscolo durante uno dei suoi soggiorni dirà:”…io non ho mai veduto mare più irato del Lago di Garda…”
Anche Goethe dopo aver soggiornato sul Garda nel 1786 disse di essere dispiaciuto per non avere potuto condividere con i suoi amici la bellezza di questi luoghi.
Ma anche pittori trassero ispirazione dal lago di Garda, tra questi Klimt che realizzo durante un suo soggiorno a Tremosine le opere “Veduta di Malcesine” e “La chiesa di Cassone”.

Approfondisci »